Pippo, il drago from Jamaica

Pippo, il drago from Jamaica

Laboratorio Il teatro della grafica condotto da Francesco Maggiore e Matteo Greco di Big Sur.
Dall11 al 22 maggio 2009
Foyer dei Cantieri Teatrali Koreja

Questa storia nasce tra i banchi di scuola in un grigio pomeriggio d'aprile ed ha come protagonista una delle figure più spaventose delle fiabe, il drago.
Ma Pippo non è un drago come gli altri. Da tempo, infatti, ha abbandonato le profonde e fredde caverne per trasferirsi nella soleggiata Jamaica dove per vivere vende abusivamente cocco sulla spiaggia. La sua passione è il surf e appena può prende la sua tavola colorata e cavalca le onde dell'oceano fino al tramonto.
Pippo ama la libertà, il sole e la musica reggae ed ama sopra ogni cosa Pasqualina figlia di Squirro, capo della polizia, suo acerrimo nemico e persecutore.
Ma il promesso sposo di Pasqualina è Pino il delfino, ambigua figura, nobile e stimato abitante dell'isola. Un personaggio con cui Pippo non può certo competere né può conquistarsi le simpatie di Squirro nonostante il ricambiato amore dell'infelice figlia.
Il racconto si anima tra inseguimenti e colpi di scena, tra inganni e colpi bassi in una tensione continua capace di regalarci momenti di profonda emozione e con un finale a sorpresa in cui i ruoli si ribaltano e la vera natura delle cose si rivela ai protagonisti cambiandoli profondamente.
Siamo tutti un po' Pippo "Mutano i cieli sotto i quali ti trovi, ma non la tua situazione interiore, poiché sono con te le cose da cui cerchi di fuggire" (SENECA)
Le coloratissime locandine in mostra sono state realizzate dai ragazzi della IV B del settore Grafico Pubblicitario nell'Istituto Professionale A. De Pace di Lecce durante un laboratorio condotto da Francesco Maggiore di Big Sur con il contributo ‘multimediale' di Matteo Greco. Ognuno dei ragazzi ha illustrato graficamente i personaggi di questa fiaba un po' bizzarra da loro stessi inventata. Una storia a metà tra un cartoon e una soap opera in cui la Jamaica, diventa una sorta di Paese dei balocchi della fiaba di Pinocchio, dove a Pippo tutto è permesso... o quasi. Non dimentichiamo che è una storia da raccontare ai bambini e ai bambini le favole insegnano a ritrovare in se stessi i veri valori della vita.
Non ci sono dubbi, Pippo è un drago adolescente e un po' trasgressivo. Ma sarà quel desiderio di ‘evasione' che lo porterà a ritrovare se stesso. Squirro è il suo antagonista, rappresenta l'ordine precostituito che vorrebbe rintanarlo nel buio delle caverne, Pino suo rivale in amore è l'ingannevole apparenza, Pasqualina è la sua passione.
Ma proprio per amore di Pasqualina, dopo mille peripezie e l'ennesimo inseguimento, quando tutto sembra perduto, qualcosa accade. Pippo si ritrova faccia a faccia con Squirro... Allora vede per la prima volta nello sguardo del suo nemico la paura, che è la sua stessa paura. È come uno specchio che riflette i suoi occhi malvagi. Ora vede le sue parole che sono lingue di fuoco ogni volta che offendono, vede i suoi artigli taglienti che feriscono ogni volta che pretendono qualcosa, i suoi denti aguzzi digrignare quando si adira. È un attimo. Ma da quel momento nulla sarà come prima.
La storia non finisce qui, ma una cosa è certa. Ora Pippo è la mascotte della classe ed ha anche un profilo su facebook. Provate a diventare suoi amici, ha tante storie da raccontarvi.

 

Progetto realizzato dagli studenti della classe IV B • Settore Grafico Pubblicitario nell'ambito delle attività dell'Area Professionalizzante dell'Istituto "A. De Pace" di Lecce • Toutor Prof.ssa Maria Elena Colopi • Laboratorio e allestimento a cura di Big Sur, Francesco Maggiore e Matteo Greco. Si ringraziano il Dirigente Scolastico Prof.ssa Giuseppa Antonaci e i Cantieri Teatrali Koreja.

 

CONTENUTI

11 maggio 2009

ore 10:00


Lecce, Cantieri Teatrali Koreja



ingresso libero