TERRA SCALZA

TERRA SCALZA
Finale laboratorio primo anno con gli allievi dellI.C. Alighieri-Diaz

Saggio conclusivo del primo anno di Laboratorio teatrale

per il progetto LE CASE SPECIALI DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

con un gruppo di alunni dellI.C. Alighieri-Diaz di Lecce

diretti da Giorgia Cocozza e Andjelka Vulic
con la collaborazione di Carlo Durante
attori e pedagoghi del Teatro Koreja


in scena:
Chiara Belmonte, Francesco Cafaro, Andrea De Lorenzis, Melania de Luca,
Matteo Fanelli, Martina Fiorentino, Biagio Friolo, Carlotta Invidia,
Aurora Leonesio, Lorenzo Liaci, Giorgio Monaco, Rebecca Murra, Pierre Andreas Pambain,
Alessia Pastore, Valeria Rolli, Santiny Santhakumar, Alice Stabile, Giulio Tortorelli,
Mario Tafuro, Matteo Nikolaos Tsagkanos, Alice Vantaggiato, Samuele Verardi, Giulia Zacheo

Hanno inoltre partecipato al progetto:
Rihab Ait El Jide', Francesco Casalino, Sofia Fracasso, Diletta Rollo,
Jacopo Pagliaro, Habisa Thavarasa, Serena Valli



per la collaborazione al progetto si ringraziano
la prof.ssa Mirella Ingrosso e la prima collaboratrice Sig.ra Tonia Renna

Offrire opportunità educative a carattere laboratoriale e un percorso esperienziale che contribuisca a migliorare il percorso di crescita di adolescenti che vivono in realtà a rischio di dispersione scolastica, è il principale obiettivo del progetto triennale Le case speciali dei ragazzi e delle ragazze - selezionato dall'impresa sociale Con i Bambini nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, Bando Adolescenza, che ha preso avvio lo scorso Gennaio presso i Cantieri teatrali Koreja di Lecce.

Il 5 luglio alle ore 19.00, un gruppo di alunni che hanno appena terminato il primo anno della Scuola Secondoria dell'Istituto Comprensivo "Alighieri-Diaz", a conclusione di una prima fase del progetto, guidati da Giorgia Cocozza e Anđelka Vulić con la collaborazione di Carlo Durante, presenteranno al pubblico il frutto del laboratorio dal titolo TERRA SCALZA.

Prendendo spunto dalla leggenda della Spada nella roccia e dopo aver tentato di rispondere a quesiti come: Cosa mi ferisce? Quando mi sento solo? Quando mi nascondo per stare da solo? Possiamo cambiare insieme? Qual è il mio potere? Quando sono stato coraggioso? Sono libero? Chi è ricco? si è cercato di riflettere sull'importanza dell'ascolto, del confronto, della ricerca di un'armonia nel disaccordo, del gruppo.
Stare scalzi significa tornare a toccare, a percepire la terra sulla quale camminiamo, ricercare l'essenziale, il necessario, abbandonare le sovrastrutture e le inutili armature che, anziché proteggerci, ci isolano e allontanano dagli altri.

Alla fine dell'anno scolastico, si è conclusa anche la prima fase delle attività con gli alunni delle classi prime dell'Istituto leccese che hanno aderito al progetto.
Grazie alla collaborazione con l'Istituto scolastico si è riusciti nell'intento di offrire ad alcuni ragazzi, le cui condizioni economiche o sociali di partenza hanno spesso negato diverse opportunità, l'occasione di scoprire nuovi modi di riflettere sulla propria condizione e sulle relazioni che intrattengono con il mondo esterno.

 

[...] Nel primo anno di attività abbiamo realizzato con gli alunni partecipanti 60 ore di laboratorio cercando nella prima fase di trovare le parole, i gesti e gli esercizi che ci aiutassero ad entrare in una relazione di reciproca fiducia. Ci siamo incontrati attraverso il teatro, abbiamo cominciato a scoprirci e a riconoscerci. Abbiamo affrontato tematiche quali il coraggio e la libertà, cercando di creare e fortificare la loro identità come gruppo e come individui. Attraverso il gioco abbiamo cercato di sensibilizzarli nei confronti di tematiche legate all'attualità, come il rispetto dell'ambiente e del diverso da me. Rispettando lo spazio di lavoro abbiamo imparato a stare insieme, ad ascoltarci, ad avere il coraggio di esprimerci, a condividere, a rispettarci, ad essere pazienti e determinati. Alla fine dell'anno scolastico abbiamo organizzato tre settimane intensive realizzando, in parallelo al laboratorio teatrale, alcune uscite didattiche ed esperienziali che ci hanno permesso di conoscere e sperimentare la complessità e specificità del territorio pugliese passando dall'area marina protetta di Porto Cesareo (con una escursione in barca) alle Grotte di Castellana, alla visita/laboratorio al Parco delle Cave di Cursi e al Frantoio Ipogeo di Palazzo De Donno, alla visita e laboratorio alla Cattedrale di Otranto e al villaggio neolitico Okra, alla visita nel Castello Aragonese di Taranto e al suo Centro Storico per concludere con una caccia al tesoro guidata alla scoperta della figura archetipica di San Nicola nel Centro storico di Bari [...]

 

 

Ingresso gratuito con invito. Info: 0832242000

05 luglio 2019

ore 19:00


Lecce, Cantieri Teatrali Koreja



info:

Ingresso gratuito con invito. Info 0832.242000


Società Cooperativa Koreja a r.l.

Centro di Produzione Teatrale
di Sperimentazione
e di Teatro per l'Infanzia e la Gioventù

c/o Cantieri Teatrali Koreja
via Guido Dorso 48/50, Lecce • Italia

tel./fax: +39.0832.242000 • 244013

mail: info@teatrokoreja.it
P. I.V.A.: 01446600759


|web design & code: Big Sur