L'ULTIMA CENA

Teatro Koreja / Riccardo Lanzarone

L'ULTIMA CENA

scritto e diretto da Riccardo Lanzarone
con Riccardo Lanzarone e Feliciana Sibilano
musiche Giorgio Distante
con la partecipazione in video di Michele Sinisi
luci e scene Michelangelo Volpe
costumi Lilian Indraccolo
video Zerottanta Produzioni
voce bambina Elisabetta Guido
promozione e ufficio stampa Radice di due Rosy Chiaravalle, Valeria Bonacci
produzione Teatro Koreja
con il contributo del Festival Internazionale Castel Dei Mondi
sostegno MatTeatro
si ringrazia Emanuela Pisicchio e Chiara Muscato

"Ed egli rispose:
Colui che ha intinto con me la mano nel piatto, quello mi tradirà.
Il Figlio dell'uomo se ne va, come è scritto di lui,
ma guai a colui dal quale il Figlio dell'uomo viene tradito; 
sarebbe meglio per quell'uomo se non fosse mai nato!
"
(Matteo 26, 23-25)

 

 

Anno 2027, un futuro in cui è legittimo farsi giustizia da soli, in cui non servono prove certe per condannare qualcuno. In cui, col denaro, si sovvenzionano strutture private che smaltiscono il crimine uccidendo i presunti colpevoli in sole 24 ore. Secondo capitolo de La trilogia dell'attesa, L'ultima Cena prende in prestito la figura del torero avvolto e protetto dal suo "Traje de Luces", la divisa dorata, per indagare come vive le sue ultime ore un uomo accusato di reato. Condannato, prigioniero oppure ostaggio? Spera nell'assoluzione o finisce per sognare la condanna a morte? La reclusione diventa un vero e proprio circo degli orrori. Qualcuno si diverte a fargli superare prove da reality show che ricordano "Chi vuol essere milionario". In premio c'è l'esecuzione letale dal minor dolore o nella migliore delle ipotesi, la grazia. Chi è il suo guardiano? Il boia esiste perché necessario. Il torero esiste perché la gente invoca il suo nome. Il mostro è sotto il letto, ma spesso lo invitiamo a dormire accanto a noi. La figura del torero si sovrappone, inevitabilmente, a quella del boia. Una lenta metamorfosi in cui la vittima diventa carnefice. E l'aguzzino, forse, è giustificato dal desiderio di vendetta nei confronti di un uomo che crede di aver commesso un atto folle e disumano.
È il giorno di carnevale. Durante la sfilata nella piazza del paese, sparisce un uomo mascherato da torero, l'abito del killer a cui tutto è concesso.

 

durata 55 minuti

 

 

L'ULTIMA CENA TEASER

 

 

Biglietteria

INTERO € 15 
RIDOTTO per convenzioni (Tessera Coop, Arci, Feltrinelli) € 13
RIDOTTO on-line su vivaticket.it € 12,88
RIDOTTO (under 30 e over 60) € 8 
RIDOTTO (under 16) € 6 
RIDOTTO STUDENTI Università del Salento, Conservatorio Tito Schipa e Accademia di Belle Arti Lecce: € 4

 

Info e prenotazioni: 0832.242000, dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18 - il sabato dalle ore 9-12, i sabato di spettacolo dalle ore 17 alle 20.

A spettacolo iniziato non è consentito l'ingresso in sala.

 

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DI STRADE MAESTRE

10 novembre 2018

ore 20:45


Lecce, Cantieri Teatrali Koreja



biglietto d'ingresso

€ 15,00 intero - 13 ridotto convenzioni - 11 su vivaticket.it - 8 ridotto (under 30 e over 60)


Società Cooperativa Koreja a r.l.

Centro di Produzione Teatrale
di Sperimentazione
e di Teatro per l'Infanzia e la Gioventù

c/o Cantieri Teatrali Koreja
via Guido Dorso 70, Lecce • Italia

tel./fax: +39.0832.242000 • 244013

mail: info@teatrokoreja.it
P. I.V.A.: 01446600759


|web design & code: Big Sur